Dicembre: Al servizio della trasmissione della fede

Preghiamo perché le persone impegnate nel servizio della trasmissione della fede trovino un linguaggio adatto all’oggi, nel dialogo con le culture.

Papa Francesco – Dicembre 2018

Se si vuole condividere la fede con la parola, bisogna ascoltare molto.
Imitiamo lo stile di Gesù, che si adattava alle persone che aveva davanti per avvicinarle all’amore di Dio.
Preghiamo perché le persone impegnate nel servizio della trasmissione della fede trovino un linguaggio adatto all’oggi, nel dialogo con le culture, e con il cuore delle persone, e soprattutto ascoltando molto.

Credits

Pope’s Worldwide Prayer Network

Campaing title:

The Pope Video – December 2018: In the service of the transmission of faith.

Idea and project coordination:

La Machi

Creative agency:

La Machi

Pope Francis shooting:

Centro Televisivo Vaticano

Production house:

AdHoc Producciones

Sound mixing & music:

Índigo Music Design

COMUNICATO STAMPA

Il Video del Papa di dicembre: l’ascolto è la chiave di Francesco per comunicare la fede

Il Santo Padre Francesco, nell’ultima edizione dell’anno de Il Video del Papa, ha chiesto ai responsabili della comunicazione della fede di trovare il linguaggio e i modi adeguati per arrivare a ogni persona. Il progetto è un’iniziativa della Rete Mondiale di Preghiera del Papa.

(Vaticano, 6 dicembre 2018). – Nell’edizione di dicembre de Il Video del Papa, Papa Francesco ha esortato a comunicare la buona novella di Gesù Cristo usando un linguaggio attuale.

Allo stesso tempo, ha sottolineato il valore di saper ascoltare al momento di comunicare con gli altri, e ha invitato ad adattarsi a ogni contesto come faceva Gesù, rimarcando poi l’importanza di promuovere un dialogo tra la fede e la cultura contemporanea.

“Preghiamo perché le persone impegnate nel servizio della trasmissione della fede trovino un linguaggio adatto all’oggi, nel dialogo con le culture, e con il cuore delle persone, e soprattutto ascoltando molto”, ha affermato il Papa.

I vescovi del mondo riuniti a Roma nella XIII Assemblea Generale Ordinaria hanno indicato nel documento di lavoro che le opere fondamentali della vita di fede sono la carità, la testimonianza, l’annuncio, la celebrazione, l’ascolto e la partecipazione condivisa. Nel testo, si segnala anche che tutta la Chiesa è chiamata a comunicare la fede: vescovi, sacerdoti, catechisti, famiglie e religiosi.

“Imitiamo lo stile di Gesù, che si adattava alle persone che aveva davanti per avvicinarle all’amore di Dio”, ha proposto il Papa. “Se si vuole condividere la fede con la parola, bisogna ascoltare molto”.

Padre Frédéric Fornos SJ, direttore internazionale della Rete Mondiale di Preghiera del Papa (che include il Movimento Eucaristico Giovanile), ha affermato che “la trasmissione della fede significa innanzitutto comunicare la vita del Risorto con parole che accompagnano gesti di vita, che liberano e guariscono; è una comunicazione da cuore a cuore”, e ha ricordato ciò che ha detto Francesco nella Giornata Missionaria Mondiale 2018: “Questa trasmissione della fede, cuore della missione della Chiesa, avviene dunque per il “contagio” dell’amore, dove la gioia e l’entusiasmo esprimono il ritrovato senso e la pienezza della vita. La propagazione della fede per attrazione esige cuori aperti, dilatati dall’amore”.

Fede, Natale, Dialogo, Sacerdoti, Parroci, Missionari, Suore, Religiosi, Religiose, Parola, Vangelo, Messaggio, Attualità

adminDicembre: Al servizio della trasmissione della fede