Novembre: Dialogo e riconciliazione in Medio Oriente

Preghiamo perché in Medio Oriente nasca uno spirito di dialogo, di incontro e di riconciliazione.

Papa Francesco – NOVEMBRE 2019

In Medio Oriente la convivenza e il dialogo tra le tre religioni monoteiste si basano su legami spirituali e storici.
Da queste terre ci è giunta la buona notizia di Gesù, risorto per amore.
Oggi molte comunità cristiane, insieme ad altre ebree e musulmane, lavorano qui per la pace, la riconciliazione e il perdono.
Preghiamo perché in Medio Oriente nasca uno spirito di dialogo, di incontro e di riconciliazione.

COMUNICATO STAMPA

Il dialogo in Medio Oriente: focus del Papa Francesco per questo mese

Ne ‘Il Video del Papa’ di novembre, il Santo Padre orienta la sua intenzione di preghiera verso il dialogo tra le comunità religiose in Medio Oriente, perché “nasca uno spirito di dialogo, di incontro e di riconciliazione”.

(Città del Vaticano, 5 novembre) – Ne Il Video del Papa del mese di novembre, Francesco si concentra sulla convivenza tra le comunità del Medio Oriente, chiedendo a tutti i cattolici di pregare perché esista un dialogo autentico tra loro. Per il Santo Padre, la ricerca dell’unità tra cristiani, ebrei e musulmani si basa su “legami spirituali e storici”.

La definizione “Vicino Oriente” (per gli europei) o “Medio Oriente” (per gli anglosassoni) serve a indicare un’area geografica a est del Mediterraneo. Papa Francesco sottolinea che lì molte comunità cristiane, ebree e musulmane “lavorano per la pace, la riconciliazione e il perdono”. In questo contesto, chiede che la ricerca del dialogo e dell’unità all’interno di ciascuna di queste comunità avvenga senza temere le differenze.

La definizione esatta di Medio Oriente non ha frontiere precise. Secondo le fonti, questa zona include Bahrein, Egitto, Cipro, Iran, Iraq, Israele, Giordania, Kuwait, Libano, Oman, Qatar, Arabia Saudita, Siria, Turchia, Emirati Arabi Uniti, Yemen e Palestina. In base a resoconti recenti, i musulmani rappresentano poco più del 93% degli abitanti della zona. La comunità cristiana rappresenta circa il 5%, quella ebraica, concentrata prevalentemente in Israele, quasi il 2%.

Nella sua visita a Bari nel luglio 2018, Papa Francesco ha menzionato l’importanza della riconciliazione quando si è rivolto ai cristiani del Medio Oriente dicendo: “Non le tregue garantite da muri e prove di forza porteranno la pace, ma la volontà reale di ascolto e dialogo”.

Padre Frédéric Fornos, SJ, direttore internazionale della Rete Mondiale di Preghiera del Papa (che include il Movimento Eucaristico Giovanile), rafforza il messaggio del Santo Padre: “Questo mese Papa Francesco ci invita ad aprire il cuore e la preghiera al Medio Oriente. È la terra in cui sono nate le tre grandi religioni monoteiste: l’ebraismo, il cristianesimo e l’islam. È la terra di Abramo, Isacco e Giacobbe, 2la terra dei profeti e quella in cui Gesù Cristo è nato da Maria. La Chiesa è nata lì. Dall’epoca di Gesù ad oggi, i cristiani sono sempre stati presenti in quelle terre. Questo mese è l’occasione per interessarci alla diversità delle tradizioni religiose e culturali del Medio Oriente. Interessarci agli uomini e alle donne di questa terra ci aiuterà a pregare per loro. Possiamo anche ricordare e pregare con il “Documento sulla Fratellanza Umana per la Pace Mondiale e la convivenza comune”, firmato dal Santo Padre e dal Grande Imam di Al-Azhar, che dichiara di assumere la cultura del dialogo come cammino: “Il dialogo tra i credenti significa incontrarsi nell’enorme spazio dei valori spirituali, umani e sociali comuni, e investire ciò nella diffusione delle più alte virtù morali, sollecitate dalle religioni”.

Rivolgendo lo sguardo alle terre da cui è giunta “la buona notizia di Gesù”, Il Video del Papa chiede che “in Medio Oriente nasca uno spirito di dialogo, di incontro e di riconciliazione”.

Credits

Pope’s Worldwide Prayer Network

Campaign title:

The Pope Video – November 2019: Dialogue and reconciliation in the Middle East.

Idea and project coordination:

La Machi

Creative agency:

La Machi

Pope Francis shooting:

Vatican Media

Production house:

Adhoc

Sound mixing & music:

Índigo Music Design

Benefactors

Benefactors:

Índigo Music Design

In collaboration with:

Vatican Media

Media partners:

Aleteia

Thanks to:

Doppler Email Marketing

With the Society of Jesus

adminNovembre: Dialogo e riconciliazione in Medio Oriente