Settembre: I giovani dell’Africa

Preghiamo perché i giovani del continente africano abbiano accesso all’educazione e al lavoro nel proprio paese.

Papa Francesco – Settembre 2018

L’Africa è un continente ricco, e la ricchezza più grande, più preziosa, sono i giovani.
Devono poter scegliere tra lasciarsi vincere dalle difficoltà o trasformare le difficoltà in opportunità.
La via più efficace per aiutarli in questa scelta è investire nella loro educazione.
Se un giovane non ha possibilità di educazione, cosa potrà fare in futuro?
Preghiamo perché i giovani del continente africano abbiano accesso all’educazione e al lavoro nel proprio paese.

Credits

Pope’s Worldwide Prayer Network

Campaing title:

The Pope Video – September 2018: Young People in Africa.

Idea and project coordination:

La Machi

Creative agency:

La Machi

Pope Francis shooting:

Centro Televisivo Vaticano

Production house:

AdHoc Producciones / Marta Moreiras

Sound mixing & music:

Índigo Music Design

Benefactors

Benefactors:

Índigo Music Design

In collaboration with:

Centro Televisivo Vaticano

Media partners:

Getty Images Latam
Aleteia

Thanks to:

Core Values
Doppler Email Marketing
Pancho Esposito
Libre Buenos Aires
UIC Barcelona

With the Society of Jesus

COMUNICATO STAMPA

Educazione e lavoro per i giovani dell’Africa, richiesta di preghiera del Papa per settembre

Il Santo Padre ha esortato a garantire educazione e lavoro per i giovani africani. Lo ha fatto attraverso l’edizione di settembre de Il Video del Papa, promosso dalla Rete Mondiale di Preghiera del Papa. Il Pontefice ha anche esortato a riflettere sul futuro del continente e sulla sua vera ricchezza.

(Vaticano, 4 settembre 2018). – Nell’ultima edizione de Il Video del Papa, Francesco ha chiesto che i giovani africani possano accedere ad un’educazione e a un lavoro di qualità senza bisogno di emigrare. Nel video, ha anche assicurato che la vera ricchezza del continente sono i giovani.

“Perché i giovani del continente africano abbiano accesso all’educazione e al lavoro nel proprio paese”, ha detto il Papa. “Devono poter scegliere tra lasciarsi vincere dalle difficoltà o trasformare le difficoltà in opportunità”.

Secondo le statistiche dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro del 2017, il 12,9% dei giovani africani tra i 15 e i 24 anni nell’Africa Subsahariana è disoccupato. L’UNESCO stima che nel 2017 quasi il 60% dei giovani africani tra i 15 e i 17 anni non frequenta la scuola.

“Se un giovane non ha possibilità di educazione, cosa potrà fare in futuro?”, si è chiesto il Papa.

In linea con la sua preoccupazione per i temi relativi alla gioventù, il Santo Padre ha convocato per il mese prossimo un Sinodo dei Vescovi sul tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”. Si svolgerà a Roma dal 3 al 28 ottobre.

“Per costruire un futuro di vera speranza è fondamentale che tutti i giovani africani trovino delle possibilità nei propri Paesi. Il Papa lo ha detto molte volte, e stavolta lo esprime nella sua intenzione di preghiera del mese: l’educazione e il lavoro sono i pilastri con i quali i giovani africani possono trasformare la realtà delle loro Nazioni”, ha sottolineato padre Frederic Fornos SJ, direttore internazionale della Rete Mondiale di Preghiera del Papa e del Movimento Eucaristico Giovanile. “Il nostro ramo giovanile, il MEG, è presente in 20 Paesi dell’Africa al servizio di un’educazione integrale, perché oltre a una formazione intellettuale possano avere anche una formazione spirituale, comunitaria e apostolica”, ha aggiunto.

Africa, Gioventù, Futuro, Educazione, Lavoro, Studi

adminSettembre: I giovani dell’Africa