Papa Francesco mette in guardia sulle dipendenze e sui pericoli dello spazio virtuale

Ne Il Video del Papa di aprile, il Santo Padre richiama l’attenzione sulle dipendenze che interessano oggi la società, e chiede di pregare perché le persone vengano liberate dalle sofferenze che comportano.

(Città del Vaticano, 2 aprile 2020) – Il Video del Papa di aprile ha reso nota l’intenzione di preghiera del Santo Padre per questo mese, affidata alla Rete Mondiale di Preghiera del Papa, per la liberazione dalle varie dipendenze che coinvolgono oggi milioni di persone in tutto il mondo. In un’epoca di grande preoccupazione per la pandemia che ha colpito l’umanità, Francesco non dimentica le problematiche di altre persone sofferenti e chiede di pregare per loro.

Il “dramma della dipendenza” contempla non solo la dipendenza da droghe, alcool e tabacco, che continuano ad essere le cause di dipendenza prevalenti nella società. Questo dramma assume oggi forme nuove e diverse: secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il crescente utilizzo di Internet, computer, smartphone e altri dispositivi elettronici si associa non solo a chiari ed enormi benefici per gli utenti e le società, ma anche a casi documentati di un uso eccessivo che spesso sfocia in dipendenze con conseguenze negative per la salute, che hanno a che vedere con il gioco compulsivo e le scommesse, con la pornografia, l’uso eccessivo di videogiochi e la presenza quasi costante sulle piattaforme del mondo digitale. L’uso smisurato delle piattaforme interessa in larga misura la qualità dei rapporti quotidiani e più prossimi.

Di fronte a questi “pericoli dello spazio virtuale”, il Santo Padre spiega che “basandoci sul ‘Vangelo della Misericordia’ possiamo alleviare, curare e guarire le tante sofferenze legate alle nuove dipendenze”, ad esempio attraverso la prevenzione, la riabilitazione e i progetti di reinserimento.

Padre Frédéric Fornos S.J., direttore internazionale della Rete Mondiale di Preghiera del Papa (che include il Movimento Eucaristico Giovanile), ha affermato che “le comunità cristiane non pretendono di dare risposte. Esistono organizzazioni e associazioni competenti ad aiutare le persone a uscire dalle loro dipendenze, ma le comunità cristiane possono essere un vero sostegno. Attraverso la fraternità e il perdono, sono chiamate ad aiutare tutti coloro che sono schiavi delle droghe o di altre forme di dipendenza a trovare Gesù, a sperimentare che Dio salva”. Ha anche ricordato che la tradizione spirituale cristiana ha una grande esperienza nell’aiutare a non lasciarsi trascinare su vie di morte ma a scegliere la vita. “Ad esempio, possiamo ricordare le malattie dell’anima diagnosticate da Evagrio Pontico, un padre del deserto del IV secolo, chiamato anche ‘lo scrutatore dell’anima’. Invitando a nutrirsi della Parola di Dio, Evagrio aiuta a ‘ordinare la vita’, a orientarla solo al Signore, ‘la Via, la Verità e la Vita’ (Giovanni 14)”.

Sempre vicino alle persone che soffrono, Il Video del Papa prega “affinché tutte le persone sotto l’influenza delle dipendenze possano essere ben aiutate e accompagnate”.

Il Video del Papa è possibile grazie all’apporto disinteressato di molte persone. Potete accedere a questo link per inviare la vostra donazione.

Dove si può vedere il video?

Leggi l’articolo di Vatican News
 

Il Video del Papa

Il Video del Papa è un’iniziativa ufficiale di portata globale per diffondere le intenzioni di preghiera mensili del Santo Padre. È sviluppata dalla Rete Mondiale di Preghiera del Papa (Apostolato della Preghiera). Conta sul sostegno di Vatican Media. Ulteriori informazioni su www.ilvideodelpapa.org.

La Rete Mondiale di Preghiera del Papa

La Rete Mondiale di Preghiera del Papa è un’opera pontificia, la cui missione è di mobilitare i cattolici attraverso la preghiera e l’azione di fronte alle sfide dell’umanità e della missione della Chiesa. Queste sfide sono presentate sotto forma di intenzioni di preghiera affidate dal Papa a tutta la Chiesa. La sua missione si inscrive nella dinamica del Cuore di Gesù, una missione di compassione per il mondo. Fondata nel 1844 come Apostolato della Preghiera è presente in 98 paesi ed è composta da più di 35 milioni di cattolici. Include il suo ramo giovanile, il MEG – Movimento Eucaristico Giovanile. Nel marzo del 2018 il Papa ha approvato i suoi nuovi statuti. Il suo direttore internazionale è P. Frederic Fornos, S.J. Ulteriori informazioni su: www.popesprayer.va/it/

Contatto Stampa: press@thepopevideo.org

adminPapa Francesco mette in guardia sulle dipendenze e sui pericoli dello spazio virtuale