Il papa denuncia la persecuzione dei cristiani in un video che fa riflettere

Con una produzione che ricorda il film di successo degli anni Novanta I Soliti Sospetti, papa Francesco denuncia con Il Video del Papa di marzo la persecuzione contro i cristiani in varie parti del mondo.

(Vaticano, 2 marzo 2017).- Perché in molte parti del mondo i cristiani vengono trattati come delinquenti? Partendo da questa domanda, Francesco ha lanciato l’edizione n° 15 de Il Video del Papa per la Rete Mondiale di Preghiera del Papa per aumentare la consapevolezza sui cristiani che vengono perseguitati e giustiziati perché cristiani, senza fare distinzione, da parte dei persecutori, tra le confessioni a cui appartengono.

Quante persone sono perseguitate a motivo della loro fede, costrette ad abbandonare le loro case, i loro luoghi di culto, le loro terre, i loro affetti!, esclama Francesco nella sua denuncia contro la persecuzione religiosa. Richiamando il film di successo “I Soliti Sospetti” e attraverso la presentazione di tre cristiani di diverse confessioni, il papa denuncia l’incriminazione dei cristiani come delinquenti.

Secondo il Rapporto sulla Libertà Religiosa della fondazione pontificia Aid to the Church in Need (ACN), localmente conosciuta come Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACS), la libertà religiosa è diminuita in 11 (quasi il 50%) dei 23 Paesi classificati come luoghi di persecuzione. In altri sette Paesi inclusi in questa categoria, inoltre, i problemi sono così acuti che possono solo peggiorare.

“Vi incoraggio a farlo con me, perché sperimentino il sostegno di tutte le Chiese e comunità nella preghiera e attraverso l’aiuto materiale”, dice il papa, chiedendo a tutti di impegnarsi in questa delicata causa globale.

“L’intenzione di Francesco di questo mese è tanto delicata quanto urgente. Migliaia di cristiani in tutto il mondo vengono discriminati o perseguitati per il semplice fatto di essere cristiani. Non dimentichiamo che esistono anche altre persecuzioni religiose. Oggi esiste l’imperiosa necessità di unire tutte le Chiese e le comunità cristiane per offrire sostegno con la preghiera e l’aiuto materiale ed economico laddove è necessario”, ha affermato padre Frédéric Fornos, SJ, direttore internazionale della Rete Mondiale di Preghiera del Papa e del suo ramo giovanile, il Movimento Eucaristico Giovanile (MEG).

Johannes Heereman, Presidente Esecutivo Internazionale di ACS, è chiaro: “La libertà religiosa è un principio fondamentale dei diritti umani. Nei titoli delle notizie vediamo quasi quotidianamente il chiaro legame tra la violenza, l’oppressione e la negazione di questo diritto umano fondamentale. Crediamo che si debba levare la voce quando qualsiasi comunità di fede viene attaccata ingiustamente”. ACS sostiene più di 5.000 progetti annuali in tutto il mondo a favore della chiesa che soffre.

Le intenzioni vengono affidate ogni mese alla Rete Mondiale di Preghiera del Papa. Il Video del Papa è prodotto da La Machi Comunicación para Buenas Causas, e conta sul sostegno della Compagnia di GesùIndigoMusic, GettyImagesLatam, e sulla collaborazione del Centro Televisivo Vaticano. Il Media Partner è Aleteia e il grande benefattore: ACN. Dal suo lancio nel gennaio 2016 è stato visualizzato sulle sue reti più di 13 milioni di volte.

È possibile grazie all’apporto disinteressato di molte persone. A questo link potrete accedere per inviare la vostra donazione.

Dove si può vedere il video?

Su Il Video del Papa

Il Video del Papa è un’iniziativa globale sviluppata dalla Rete Mondiale di Preghiera del Papa (Apostolato della Preghiera) per diffondere le intenzioni mensili del Santo Padre sulle sfide dell’umanità. Conta sul sostegno del Centro Televisivo Vaticano (CTV), unico proprietario dei diritti di immagine del papa. Mese dopo mese, accompagna papa Francesco nelle sue richieste di preghiera. Per ulteriori informazioni, https://thepopevideo.org/it.html.

La Rete Mondiale di Preghiera del Papa

L’Apostolato della Preghiera è la Rete Mondiale di Preghiera del Papa al servizio delle sfide dell’umanità e della missione della Chiesa. La sua missione è pregare e vivere le sfide dell’umanità che preoccupano il Santo Padre, espresse nelle sue intenzioni mensili. L’obiettivo di questa rete è essere apostoli nella vita quotidiana, attraverso un cammino spirituale chiamato “cammino del cuore”, che trasforma il nostro modo di essere al servizio della missione di Cristo. È stato fondato nel 1844, è presente in oltre 98 Paesi ed è composto da più di 35 milioni di persone, comprendendo il ramo per i giovani, il Movimento Eucaristico Giovanile. Ulteriori informazioni su http://www.oraciondelpapa.net.

Aid to the Church in Need (ACN)

Aid to the Church in Need è una fondazione pontificia che sostiene i cristiani dove vengono perseguitati o oppressi o dove la povertà è tale da impedire loro di praticare la propria fede. Lo fa sostenendo ogni anno più di 5.000 progetti in oltre 140 Paesi e informando sulla situazione dei cristiani nel mondo. Per ulteriori informazioni: http://www.acninternational.org.

La Machi

Il Video del Papa è un’idea di La Machi, una realtà creativa di comunicazione specializzata in buone cause, con uffici a Barcellona, Buenos Aires e Roma. La sua missione è aiutare imprese, ONG e istituzioni religiose a comunicare attraverso le buone cause. I suoi settori di servizio sono Consulenza Strategica in Comunicazione, Creatività Pubblicitaria, Sviluppi Digitali e Fundraising. Per ulteriori informazioni, http://www.lamachi.com.

CONTATTO STAMPA
press@thepopevideo.org
+34 660 034 303

adminIl papa denuncia la persecuzione dei cristiani in un video che fa riflettere