Le minoranze religiose dell’Asia, una preoccupazione di Papa Francesco

Il Santo Padre, nella prima edizione dell’anno de Il Video del Papa, promosso dalla Rete Mondiale di Preghiera del Papa, ha esortato a rispettare le minoranze religiose in Asia e ha chiesto una vera libertà nella pratica della fede in quel continente.

(Vaticano, 5 gennaio 2018).- Come nel 2016 e nel 2017, il Papa ha iniziato il 2018 condividendo le sue intenzioni mensili attraverso Il Video del Papa. Nella prima edizione dell’anno, Francesco ha esortato a rispettare e a proteggere i cristiani e tutte le minoranze religiose dell’Asia, sottolineando anche l’importanza del fatto che questi gruppi religiosi possano vivere la propria fede in assoluta libertà in ciascuno dei Paesi del continente.

“Preghiamo per tutti loro perché nei Paesi asiatici i cristiani, come pure le altre minoranze religiose, possano vivere la loro fede con tutta libertà”, ha affermato il Pontefice. “Ci mettiamo al fianco di uomini e donne che lottano per non rinunciare alla propria identità religiosa”.

Con oltre 43 milioni di chilometri quadrati, l’Asia è il continente più grande del mondo e ospita un’innumerevole quantità di minoranze religiose. Oltre al cristianesimo, in vari Paesi sono diffusi giainismo, sikh, taoismo, zoroastrismo e altre fedi. Molte di loro convivono, ma in alcune regioni si verificano scontri e persecuzioni religiose.

“Nel diversificato mondo culturale dell’Asia, la Chiesa si trova di fronte a specifiche sfide filosofiche, teologiche e pastorali, ed il suo compito è reso ancor più difficile dal fatto di essere minoranza”, ha sottolineato il Papa. “Queste sfide sono condivise da altre tradizioni religiose minoritarie alle quali ci unisce un desiderio di sapienza, di verità e di santità”.

“Poche settimane fa il Papa ha visitato l’Asia – nella fattispecie Myanmar e Bangladesh –, e in quell’occasione ha sottolineato l’importanza del fatto che i vari credo religiosi possano vivere in armonia e pace”, ha commentato padre Frédéric Fornos SJ, direttore internazionale della Rete Mondiale di Preghiera del Papa. “L’Asia è un continente molto importante per l’annuncio del Vangelo, un continente in cui convivono culture e credenze molto diverse, con molte minoranze religiose. È per questo che penso che Francesco abbia deciso di dedicare questo mese alla preghiera per la libertà religiosa di tutti”, ha aggiunto.

Le intenzioni vengono affidate ogni mese alla Rete Mondiale di Preghiera del Papa. Il Video del Papa è prodotto da La Machi Comunicación para Buenas Causas con il sostegno della Compagnia di Gesù, IndigoMusic, GettyImagesLatam, Doppler Email Marketing e con la collaborazione del Vatican Media. Inoltre, Aleteia ne è media partner. Dal lancio, avvenuto nel mese di gennaio 2016, ha ottenuto oltre 20 milioni di visualizzazioni sui propri canali.

Il Video del Papa è possibile grazie all’apporto disinteressato di molte persone. Su questo link potrete accedere per inviare la vostra offerta.

Dove si può vedere il video?

Leggi l’articolo di Vatican News

Il Video del Papa

Il Video del Papa è un’iniziativa globale sviluppata dalla Rete Mondiale di Preghiera del Papa (Apostolato della Preghiera) per diffondere le intenzioni mensili del Santo Padre sulle sfide dell’umanità. Conta sul sostegno del Centro Televisivo Vaticano (CTV), unico proprietario dei diritti di immagine del papa. Mese dopo mese, accompagna papa Francesco nelle sue richieste di preghiera. Per ulteriori informazioni, https://thepopevideo.org/it.html.

La Rete Mondiale di Preghiera del Papa

L’Apostolato della Preghiera è la Rete Mondiale di Preghiera del Papa al servizio delle sfide dell’umanità e della missione della Chiesa. La sua missione è pregare e vivere le sfide dell’umanità che preoccupano il Santo Padre, espresse nelle sue intenzioni mensili. L’obiettivo di questa rete è essere apostoli nella vita quotidiana, attraverso un cammino spirituale chiamato “cammino del cuore”, che trasforma il nostro modo di essere al servizio della missione di Cristo. È stato fondato nel 1844; è presente in oltre 98 Paesi ed è composto da più di 35 milioni di persone, comprendendo il ramo per i giovani, il Movimento Eucaristico Giovanile. Ulteriori informazioni su http://www.popesprayer.net

La Machi

Il Video del Papa è un’idea di La Machi, una realtà creativa di comunicazione specializzata in buone cause, con uffici a Barcellona, Buenos Aires e Roma. La sua missione è aiutare imprese, ONG e istituzioni religiose a comunicare attraverso le buone cause. I suoi settori di servizio sono Consulenza Strategica in Comunicazione, Creatività Pubblicitaria, Sviluppi Digitali e Fundraising. Per ulteriori informazioni, http://www.lamachi.com/en

CONTATTO STAMPA
press@thepopevideo.org
+34 660 034 303

adminLe minoranze religiose dell’Asia, una preoccupazione di Papa Francesco